dicembre, Storie sotto l'albero

Storie sotto l’albero, per scatenare la fantasia e la voglia di sognare

L’Associazione Fammi Vento sabato 30 novembre 2019 inizia il ciclo Storie sotto l’albero per assaporare questo prezioso e magico momento, così curiosi come sempre, accanto al camino e all’albero di Natale, apriamo un libro o raccontiamo una storia.

Abbiamo concluso il ciclo Novembre, tutti per la Terra, ma inizieremo tante nuove attività .

Natale è anche raccontare storie davanti al camino e l’Associazione Fammi Vento ha realizzato un nuovo e fantastico laboratorio di scrittura creativa e di racconto Laboratorio inventa favole del mondo fantastico, che avrà inizio sabato 30 novembre 2019 ore 17:00.

L’Inventa favole è un gioco che rappresenta un percorso di crescita con cui il bambino, divertendosi, potenzia le proprie life skills, attingendo a risorse che altrimenti resterebbero inespresse.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha indicato le dieci abilità personali e relazionali che i bambini dovrebbero sviluppare per far emergere il loro potenziale.

Le life skills sono:

  1. prendere decisioni
  2. risolvere i problemi
  3. creatività
  4. pensiero critico
  5. comunicazione efficace
  6. relazioni efficaci
  7. consapevolezza di sé
  8. empatia
  9. gestione delle emozioni
  10. gestione dello stress

L’inventa favole è un gioco che serve a stimolare la fantasia dei bambini ed è pratico e utile per tanti motivi:

  • per il senso di curiosità , utile ai bambini per imparare nuove nozioni;
  • per coinvolgere emotivamente il bambino, sviluppando l’empatia;
  • per sviluppare l’emisfero sinistro del cervello, in cui risiedono le capacità del linguaggio e di logica, e l’emisfero destro, in cui risiedono le emozioni;
  • per migliorare le capacità di dialogo e comunicazione;
  • per imparare a gestire il proprio mondo emotivo interiore.

Narrare stimola il pensiero cognitivo, affettivo, sociale ed etico del bambino e ha effetti positivi perché è un’azione distensiva per la mente e, nella dimensione del gioco, acquista ancora più valore.

Questo genere di attività potenzia la capacità di osservazione nei confronti delle immagini, dove si nascondono dettagli che forniscono grandi ispirazioni.

Anche se sembra complicato inventare favole per i bambini non lo è. In ogni favola è presente uno schema, l’inizio della favola, che ci dice dove questa si ambienta, chi è il protagonista e la situazione iniziale. Poi c’è lo svolgimento che è il cuore di ciò che succede, ciò che spezza l’equilibrio iniziale, ciò che provoca un cambiamento e la risposta del protagonista. La fine è dove viene spiegato come i protagonisti riescono a risolvere e superare la difficoltà.

“Prendete una parola, prendetene due fatele cuocere come se fossero uova scaldatele a fuoco lento versate la salsa enigmatica spolverate con qualche stella mettete pepe e fatele andare a vela”

Una volta stabiliti gli ingredienti della nostra pozione possiamo mescolare con cura il calderone e terminare il magico esperimento.

L’autore diventerà come uno scrittore mago, sarà un messaggero e le sue parole non serviranno a riempire le pagine piuttosto a riempire cuori e anime.

Abraq ad Habra, in aramaico vuol dire creo quello che dico, lo scrittore è un mago che costruisce realtà “non ordinarie” usando occhi diversi.

Sarà proprio l’atmosfera natalizia, con i suoi suoni, le luci, l’aria di magia della festa e i segni del Natale, che scatenerà la loro fantasia e la voglia di sognare.

In relazione alle metodologie che si possono usare per stimolare le soluzioni creative conviene partire dalle seguenti premesse:

1) Tutti siamo creativi.

2) La creatività può essere appresa, praticata e sviluppata usando tecniche provate e sperimentate che, stimolando le capacità creative e i loro risultati, aiutano le persone ad uscire dai loro stili di analisi abituali proponendogli la considerazione di un ampio raggio di alternative.

3) La conoscenza e l’informazione sono fonti di creatività.

4) Le tecniche che mirano alla stimolazione della creatività sono varie e si applicano alle aree più disparate.

Questo ciclo sarà dedicato anche ai giochi didattici e dedicheremo un laboratorio a uno dei momenti più attesi e magici per i bambini, che è quello di scrivere La lettera a Babbo Natale.

Il compito dei genitori è quello di incentivare l’attitudine e lo stato d’animo tipico dei giorni di festa, per mantenere sempre vive le tradizioni natalizie. Se facciamo della felicità il fulcro del nostro operato, del nostro metodo, educhiamo bambini felici.

Per essere felici devono essere concentrati, concentrati significa entrare profondamente nelle cose, il bambino che si concentra è un bambino felice. Attraverso il gioco il bambino sviluppa tutte le competenze e le abilità.

Tutti i progetti fanno parte del programma 2019/2020 Creiamo Cultura insieme, II ed.

Siamo abituati ad una #crescita ramificata verso l’alto, ma c’è una crescita parallela verso il basso, che è il mettere le #radici, andare sotto e irradiarsi alla vita, all’esistenza. È importante la pratica di entrambi i tipi di crescita. Dobbiamo giocare a vivere più #intensamente possibile.

È importante la capacità di apprendere in #socialità, no in solitudine, perché i bambini e i ragazzi quando sono in un contesto attivo, in cui possono imparare a fare, quei bambini saranno in grado di capire delle cose che non ti aspetteresti.


Nella dimensione del gioco non c’è solo l’aspetto pratico, ma anche  immaginativo, narrativo e ludico, che permette ai bambini di conoscere informazioni concrete da mettere in pratica nella vita quotidiana.

La #conoscenza non è passività, la conoscenza è attività, è qualcosa che ti spinge sempre a reinventarti, a riscoprirti, a inventare qualcosa di nuovo.
La conoscenza è l’arte di modificare la realtà, perché dal momento in cui tu sai hai la capacità di cambiare il mondo.
I nostri ragazzi devono imparare a imparare, imparare a #desiderare, devono avere l’impulso a un apprendimento sano, alla voglia di #studiare.
Imparare significa avere la capacità di elaborare delle idee.

Saranno delle letture divertenti attraverso un’attività didattica, perchè giocando, ascoltando, disegnando e reinventando impareremo le migliori tecniche di concentrazioneesposizione e ricordo, svilupperanno la creatività e miglioreranno la socializzazione con il gruppo di pari.

Prenota il tuo posto per i laboratori… chiama o invia un messaggio al 3285557206.

Chiama e ti invierò le coordinate esatte per raggiungerci e mi raccomando…

Facciamo i buoni!

Prenotati per questa speciale avventura

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.